Intervista alla band giapponese

PISTOL JAZZ

PISTOL JAZZ

Questa è la prima intervista che Ikigai fa ad un gruppo musicale, ed inizieremo con i PISTOL JAZZ (  Facebook / Soundcloud ), trio jazz rock giapponese originario di Muroto (prefettura di Kōchi), giunto alle nostre orecchie attraverso la netlabel gemella Spettro Records.

Nell’ormai lontano 2015 aiutammo il polistrumentista e viaggiatore indomito Junichi Usui a trovare qualche data a Bologna. Ne scaturì una curiosa improvvisazione ma soprattutto una duratura collaborazione con l’etichetta bolognese Spettro, con l’uscita di un paio di album in download gratuito, ma soprattutto la compilation No More Cool – Japanese Indie Music Compilation Vol​.​1 ( 2015 ), da lui curata.

La compilation vede una grande varietà di band, stili, ricerche musicali tutte provenienti dal Giappone, con gruppi quali i Poors di Nagoya, Maitadaisuke di Aomori, e infine, PISTOL JAZZ.

Di PISTOL JAZZ Spettro pubblica online, sempre gratuitamente, 3 album:

Original Soundtrack (2016)

PISTOL JAZZ ORIGINAL SOUNDTRACK

 

Made in Japan (2017)

Pistol Jazz Made in Japan

Chic (2018)

Pistol Jazz Chic

Gli album, che testimoniano una progressione stilistica impressionante e dimostrano l’affiatamento di una band che sembra suonare insieme da sempre, vengono pubblicati ancora una volta in free download su varie piattaforme, e riscuotono un grande successo fra gli ascoltatori di tutto il mondo, soprattutto grazie a Free Music Archive, mettendo in contatto il trio con videomaker, registi e podcasters in cerca di musica di qualità in licenza Creative Commons.

La poetica di PISTOL JAZZ è tutta in queste poche parole:

“Pistol jazz is an instrumental band (violence, beauty, and own vision) who expresses the energy of life with avant-garde music. 
Once you hear their wild sound of rapture,
you will hear the sound of their burning souls are going to be a legend of Pistol Jazz.”

 

Scopriamoli insieme quindi, buona lettura!

 

IKIGAI: Ciao Pistol Jazz, questa è la prima volta che presentiamo un’intervista sul sito di Spettro Records e dell’Associazione Culturale Ikigai e siamo davvero entusiasti di avervi. Da quando siete stati pubblicati da Spettro abbiamo avuto un sacco di elogi e interesse per la vostra musica, le vostre uscite sono probabilmente le più popolari che abbiamo avuto finora. Prima di tutto, potete dirmi qualcosa di voi stessi? I vostri nomi, cosa suonate e cosa fate al di fuori di Pistol Jazz?

PISTOL JAZZ: Grazie mille.

Sono Takao Seto, mi occupo della chitarra nei Pistol Jazz. Mi piacciono le moto, il calcio e le collezioni di dischi oltre ai gruppi musicali.

 

IKIGAI: Da dove viene il nome Pistol Jazz?

TAKAO: Significa musica pericolosa e aggressiva come una pistola, ed emozionante come il jazz.

 

IKIGAI: Quando vi siete formati come band e da quanto tempo siete insieme?

TAKAO: Pistol Jazz è stato fondata nel gennaio 2008 da Takao Seto (chitarra), Masafumi Morimoto (basso) e Atsuo Higashino (batteria).

Seto, Higashino e Morimoto sono amici da oltre 30 anni, mentre Hiroshi Matsushima (percussioni) si è unito nel settembre 2014.

 

IKIGAI: Pistol Jazz e Spettro si sono incontrati per la prima volta attraverso il musicista e viaggiatore Junichi Usui, che ha curato la compilation No More Cool Japanese Indie vol 1 con molte ottime band giapponesi, tra cui la vostra. Come siete entrati in contatto con Junichi?

TAKAO: L’ho incontrato su Facebook, ha partecipato ad una jam session coi pistol jazz dal vivo e siamo stati invitati a partecipare alla compilation. Penso che Junichi sia un grande musicista.

 

IKIGAI: Avete rilasciato 3 album da scaricare gratuitamente tramite Spettro: Original Soundtrack, Made in Japan e più recentemente Chic. Avete pubblicato altri album in passato o questa è la discografia completa di Pistol Jazz? State lavorando a nuova musica? Avete già avuto dei gruppi in passato?

TAKAO: Abbiamo pubblicato tre mini-album con una netlabel portoghese dal 2012 al 2014. Nel 2015, il CD “Pirates Of Jazz” è stato pubblicato da una casa discografica di Tokyo. Non c’è un piano per il prossimo lavoro per ora. Prima dei Pistol Jazz, ho suonato in una band chiamata 3TARO o CRAZY MAMA FUNKYS, ma non c’era alcun progetto sonoro, e non abbiamo quasi mai fatto live.

 

IKIGAI: Venit da Muroto, in Giappone. Puoi dirci qualcosa a riguardo? E’ una città di mare, e sono sicuro (dalle foto del tuo Facebook e da titoli come “The Great Blue“) che l’oceano abbia un’influenza sulla tua musica.

TAKAO: Muroto è una piccola città con una popolazione di circa 13.000 abitanti, ma è un bel paese benedetto dalla natura. Penso che la musica dei Pistol Jazz non sarebbe potuta nascere altrove se non in questo scenario e ambiente. Penso che il mare azzurro, il sole abbagliante e il tramonto viola siano bellissimi, e le onde agitate e i forti venti causati dal tifone influenzano anche la musica.

Takao Seto

 

IKIGAI: Vi esibite spesso dal vivo a Muroto? Avete mai fatto un tour in Giappone?

TAKAO: Prima andavo spesso a Kochi City, ma negli ultimi anni meno anche a causa della convivenza con il lavoro degli altri membri. Tuttavia, d’ora in poi aumenteremo gradualmente. Non sono mai stato in tour perché ogni membro ha un lavoro.

 

IKIGAI: Avete intenzione di venire in Europa? Sono sicuro che ci sarebbero un sacco di fan!

TAKAO: Non ho progetti, ma vivere in Europa è il mio sogno. Mi interessa anche il Messico. E’ un grande onore avere fan in tutto il mondo.

 

IKIGAI: Come definisci la tua musica? Ci sono così tante influenze diverse, dal jazz, al rock’n’roll, alle tradizionali percussioni taiko, punk e lounge, e la vostra biografia dice: “Pistol jazz è una band strumentale (violenza, bellezza e visione) che esprime l’energia della vita con musica d’avanguardia. Una volta che sentirete il loro suono selvaggio di estasi, sentirete il suono delle loro anime in fiamme che diventeranno una leggenda del Pistol Jazz”.

TAKAO: Definisco la musica come libera, senza confini o limiti. Vorrei fare musica che l’ascoltatore possa liberamente interpretare e ispirare l’immaginazione. Voglio che tu ti senta come se stessi guardando un film chiamato Pistol Jazz.

 

IKIGAI: Nei vostri dischi ho sentito molti stili diversi. In Original Soundtrack, abbiamo jazz come in “Roussian Roulette“, rock’n’roll o psychobilly in “Crazy Butterfly“, punk in “Zero“, mentre più latin jazz in “Desperado” (da “Made in Japan“). “Hi no Tori” propone percussioni taiko, e ha anche un assolo di chitarra hard rock, e infine una grande svolta con l’album “Chic“, con musica rock e lounge, con trombe, ritmi veloci, la canzone sperimentale “Ibiza” e “Irezumi“, che suona come un nuovo standard jazz che molte band future vorranno eseguire. “Swallow” ha una sorta di suono tropicana, che ricorda lo Shibuya kei di Pizzicato 5 e anche le colonne sonore degli anni ’60 di compositori francesi e italiani come Piero Umiliani e Francesco de Masi. In una parola, il vostro suono è molto complesso. Puoi dirci qualcosa a riguardo? Quali sono le tue principali influenze e quali risultati volete ottenere?

TAKAO: Non voglio farmi prendere dal genere e voglio incorporare diverse composizioni e pensare che la musica è libera. Penso che sia difficile da applicare a qualsiasi categoria, perché nasce dalla musica che ho ascoltato, il punto di vista da cui vedo la realtà, le esperienze che ho vissuto e l’ispirazione proveniente da varie cose. Pistol Jazz non è altro che Pistol Jazz. Questo è l’obiettivo.

 

IKIGAI: Alcuni dei tuoi brani mi ricordano la colonna sonora dell’anime Cowboy Bebop di Yoko Hanno, molto popolare in occidente. L’hai mai vista?

TAKAO: Non lo sapevo, ma l’ho mai visto su YOUTUBE fino ad ora, ed in effetti corrisponde a qualcosa come la colonna sonora di un film di spionaggio.

 

IKIGAI: La vostra musica è molto cinematografica, e infatti da quando è stata pubblicata online è stata inserita in molti film, documentari, podcast e persino videogiochi. Qual è il vostro rapporto con il cinema e l’arte? Spesso pubblichi bellissime foto di motociclette, paesaggi di Muroto, case alla moda e sembri avere una grande collezione di vinili!

TAKAO: Mi piacciono i film sin da quando ero bambino e ho iniziato a collezionare dischi. Ci sono circa 1.000 dischi, dai generi più vari. La musica che ascolto a casa è diversa da quella che ascolto in macchina, e così come dalle giornate di sole e di pioggia sono diverse. La musica è sempre la colonna sonora della mia vita.

Atsuo Higashino

 

IKIGAI: Quali sono i tuoi artisti preferiti, giapponesi e internazionali?

TAKAO: PRINCE, SERGE GAINSBOURG, MICHEL LEGRAND, JAMIROQUAI, SANTANA ecc. Recentemente, BRUNO MARS è uno dei miei preferiti. In Giappone, è TOWA TEI, CORNELIUS, Shibuya-KEI.

 

IKIGAI: Conosci qualche musicista italiano?

TAKAO: MINA, ENNIO MORRICONE, PAOLO CONTE, ARMANDO TROVAJOLI ecc. e amo gli artisti dell’etichetta SCHEMA.

 

IKIGAI: Sei mai stato in Italia? Conosci la città di Bologna?

TAKAO: Sono soltanto sceso all’aeroporto di Milano circa 20 anni fa con uno scalo aereo. Conoscevo il nome di Bologna.

 

IKIGAI: Pensi che ci siano molte differenze tra le scene e le culture musicali giapponesi ed europee?

TAKAO: Penso che la base sia la stessa, anche se la forma è diversa. Ha una grande architettura, musica tradizionale e cultura.

 

IKIGAI: Siete anche motociclisti vero? Ho visto qualcosa di un club motociclistico di Muroto e le vostre strade e corse mi fanno pensare ai road trips, alla libertà, alle lunghe passeggiate in riva al mare. God Speed ha un titolo simile al film God Speed You Black Emperor (1976, diretto da Mitsuo Yanagimachi) e so che in Giappone c’è anche una sottocultura di auto Chicano low rider (ci sto pensando a causa della traccia chiamata “Chicano Gang“).

TAKAO: Sì, io, Higashino e Morimoto siamo motociclisti. La città natale del Pistol Jazz è un ambiente meraviglioso dove possiamo andare in moto sulla bellissima costa, quindi è probabile che stia influenzando la musica.

 

IKIGAI: La vostra musica è disponibile gratuitamente online e ha avuto molto successo ed è stata pubblicata su Youtube e conta anche molti video, spesso fan made. Vi piace il fatto che così tante persone usino la loro musica per i loro progetti artistici?

TAKAO: Naturalmente è bello che la musica dei Pistol sia conosciuta. Probabilmente la usano perché si adatta bene all’immagine, ed è la prova siamo in grado di ascoltare e immaginare la musica.

 

IKIGAI: Perché avete deciso di rendere la vostra musica disponibile gratuitamente? Ho visto che il vostro cd è anche in vendita anche su Disc Union. Siete sotto un’etichetta discografica giapponese?

TAKAO: In Giappone, abbiamo pubblicato un CD sotto una casa discografica chiamata ULTRA VIBE. Tuttavia, si tratta solo di una distribuzione nazionale, e penso che il modo migliore per distribuire la musica della nostra band in tutto il mondo sia quello di renderla liberamente disponibile. Il nostro scopo non è quello di fare soldi, ma di lasciare una prova vivente sotto forma di musica.

 

IKIGAI: Ultima domanda! Puoi consigliarci qualche band giapponese, del passato e del presente? Inoltre, se volete, libri o film o arte?

TAKAO: Le band LOUDNESS, 44MAGNUM, BLANKEY JET CITY, THE BLUE HEARTS, YASUHARU KONISHI, e i film SWALLOWTAIL, e la serie di ZATOICHI.

 

IKIGAI: Grazie mille, speriamo di incontrarci presto e di potervi vedere dal vivo qui in Italia!

じゃあね!

 

Masafumi Morimoto (basso) e

Masafumi Morimoto

 

ENGLISH INTERVIEW BELOW:

Questions to Pistol Jazz

Hello Pistol Jazz, this the first time we feature an interview on Spettro Records and on Cultural Association Ikigai and we are really excited to have you. Since you’ve been published by Spettro we’ve had a lot of praise and interest in your music, your releases are probably the most successful ones we’ve had so far. First of all, can you tell me something about yourselves? Your names, what do you play and what do you do outside of Pistol Jazz?

A1

Thank you very much.

I am Takao Seto, who is in charge of guitar in pistol jazz. I like bikes, football, and record collections outside of bands.

Q2

Where does the name Pistol Jazz come from?

A2

It means dangerous and aggressive music like pistol and exciting like jazz.

Q3

When did you form as a band and how long have you been together?

A3

Pistol Jazz was formed in January 2008 by Takao Seto (guitar), Masafumi Morimoto (bass), Atsuo Higashino (drums).

Seto , Higashino and Morimoto have been associated with each other for over 30 years, and Hiroshi Matsushima (percussions) joined in September 2014.

Q4

Pistol Jazz and Spettro met for the first time through musician and traveller Junichi Usui, who compiled No More Cool Japanese Indie compilation vol 1 with many great Japanese bands, including yours. How did you get in touch with Junichi?

A4

I met him through Facebook and jumped into a live pistol jazz session and was invited to join a compilation album.I think he is a great musician.

Q5

You’ve released 3 albums for free download through Spettro: The Original Soundtrack, Made in Japan and most recently Chic. Have you released any other albums in the past or is this Pistol Jazz’s complete discography? Are you working on new music? Did you have any previous bands?

A5

We released three mini-albums from the net label of Portugal from 2012 to 2014. In 2015, the CD “Pirates Of Jazz” was released from a record company in Tokyo. There is no plan of the next work so far. Before pistol jazz, I formed a band called 3TARO or CRAZY MAMA FUNKYS, but there was no sound source, and I hardly did live.

Q6

You are from Muroto, Japan. Can you tell us something about it? It’s a sea town, and I’m sure (from photos of your Facebook and from titles like “The Great Blue”) that the ocean has an influence on your music.

A6

Muroto is a small town with a population of approximately 13,000, but it is a beautiful city blessed with nature. I think that the music of pistol jazz has not been born unless it is this scenery and environment. I think that the blue sea, the dazzling sun, and the purple sunset are beautiful, and the rough waves and strong winds caused by the typhoon also affect the music.

Q7

Do you perform live music often in Muroto? Have you ever toured Japan?

A7

Before, I used to live frequently in Kochi City, but in recent years the convenience of the members’ work has also been reduced. However, we will increase gradually from now on. I have never been toured as each member has a job.

Q8

Are you planning to come to Europe? I’m sure there would be a lot of fans!

A8

I have no plans but to live in Europe is my dream. I am also interested in Mexico. It is a great honor to have fans all over the world.

Q9

How do you define your music? There are so many different influences, from jazz, to rock’n’roll, traditional taiko percussions, punk and lounge, and your bio says: “Pistol jazz is an instrumental band (violence, beauty, and own vision) who expresses the energy of life with avant-garde music. 
Once you hear their wild sound of rapture, you will hear the sound of their burning souls are going to be a legend of Pistol Jazz.”

Å9

I define music as free with no boundaries or limits. I would like to make music that the listener can freely interpret and inspire imagination. I want you to feel as if you are watching a movie called pistol jazz.

Q10

In your records I’ve heard many different styles. In Original Soundtrack, we have jazz like in “Roussian Roulette”, rock’n’roll or psychobilly in “Crazy Butterfly”, punk in “Zero”, while more latin jazz in “Desperado” (from “Made in Japan”). Hi no Tori features taiko percussions, and also has a very hard rock guitar solo, and finally a big change with the album “Chic”, with rock and lounge music, with trumpets, fast beats, the experimental song “Ibiza” and “Irezumi”, which sounds like a new jazz standard many future bands will want to cover. “Swallow” has a sort of tropicana sound, reminiscent of the Shibuya kei of Pizzicato 5 and also of 60s soundtracks by French and Italian composers like Piero Umiliani and Francesco de Masi. In a word, your sound is very complex. Can you tell us something about it? What are your main influences and what do you want to achieve?

Å10

I do not want to get caught in the genre and I want to incorporate good parts and think that music is free. I think that it is difficult to apply to any category, because the music that I have listened to, the view that I have seen, the experiences I have experienced, and the inspiration from various things is born. Pistol jazz is nothing more than pistol jazz. That is the goal.

Q11

Some of your tracks remind me of Cowboy Bebop’s soundtrack by Yoko Hanno which was very popular. Have you ever seen it?

Å11

I did not know it , but I saw it on YOUTUBE now, it matches something like a spy movie soundtrack.

Q12

Your music is very cinematic, and in fact since it was published online it has been featured on many films, documentaries, podcasts and even video games. What is your relationship with cinema and art? You often post very beautiful pictures of bikes, Muroto landscapes, hip houses and you seem to have a great vinyl collection!

Å12

I like movies since I was a kid and started collecting records. There are about 1,000 records, but the genre is different. The music I listen to at home is different from the music I listen to by car, and the sunny and rainy days are different. Music is always the soundtrack of my life.

Q13

What are your favourite artists, Japanese and international?

Å13

PRINCE, SERGE GAINSBOURG, MICHEL LEGRAND, JAMIROQUAI, SANTANA etc. Recently, BRUNO MARS is a favorite. If it is Japan, it is TOWA TEI, CORNELIUS, Shibuya-KEI.

Q14

Do you know of any Italian musicians?

Å14

MINAENNIO MORRICONENICOLA CONTEALMAND TROVAJOLI etc.. and I love SCHEMA label artists.

Q15

Have you ever visited Italy? Do you know of Bologna city?

Å15

I just dropped in at the airport of Milan about 20 years ago by a transfer of air. I knew the name of Bologna.

Q16

Do you think there is much difference between Japanese and European music scenes and cultures?

Å16

I think that the basic is the same though the form is different. It has great architecture, traditional music and culture.

Q17

Are you also bikers? I saw something about a Muroto motorcycle club and your tracks make me think of road trips, freedom, long rides by the sea. God Speed has a similar title to the film God Speed You Black Emperor (1976, directed by Mitsuo Yanagimachi ) and I know that in Japan there is also a low rider Chicano cars subculture (I’m thinking about it because of the track called “Chicano Gang”).

Å17

Yes, I, Higashino and Morimoto are bikers. The pistol jazz hometown is a blessed environment where we can ride a bike on the beautiful coastline, so it’s likely that it is affecting music.

Q18

Your music is available for free online and has had a lot of success and it was featured on Youtube and many videos. Do you enjoy the fact that so many people are using their music for their art projects?

Å18

Of course it is nice that pistol jazz music is something BGM. It was probably because I used it because I felt that it suits my image by listening to pistol jazz, and it is proof that I could listen and imagine music.

Q19

Why have you decided to make your music available for free? I saw that your cd is also on sale at Disc Union. Are you under a Japanese record label?

Å19

In Japan, we released a CD from a record company called ULTRA VIBE. However, it is a domestic sale only, and I think that the best way to deploy pistol jazz worldwide is to make it freely available. Our purpose is not to leave money, but to leave a living evidence in the form of music.

Q20

Last question! Can you recommend us any Japanese bands, from the past and present? Also, if you prefer, books or films or art?

Å20

If the band LOUDNESS, 44MAGNUM,BLANKEY JET CITY,THE BLUE HEARTS,YASUHARU KONISHI if the film SWALLOWTAIL, ZATOICHI series

Thank you very much, I hope we meet soon, and that you come and play here in Italy! Take care!

 

2019-05-04T13:12:34+00:00